Gli spremiagrumi automaticiNegli ultimi anni il mondo dei bar ed il settore Horeca in generale, sta venendo a contatto con uno strumento diventato oramai indispensabile: lo spremiagrumi automatico. Infatti, la richiesta e la diffusione degli spremiagrumi automatici stanno aumentando in maniera esponenziale ed abbracciando un numero sempre maggiore di paesi nel mondo.

Questo si deve a due motivi fondamentali:

  • Il primo è che da sempre, questo è indiscutibile, le persone preferiscono il succo naturale a quello imbottigliato o in lattina che, come tutti sanno, contiene coloranti e conservanti.
  • Il secondo è che oggi, per via dei ritmi che impone la vita moderna, un numero sempre maggiore di persone consuma i propri pasti fuori casa. Ciò sta trasformando completamente la ristorazione. Infatti questo “popolo del pasto fuori casa”, non potendosi riversare tutto nei ristoranti, per ovvie ragioni di costi e di tempi, sta inducendo i bar ad attrezzarsi per fornire un servizio di piccola e veloce ristorazione con costi contenuti. Non solo, sta andando alla ricerca di cibi e bevande che siano il più naturali possibili.

Detto ciò, ecco giustificato l’acquisto di uno spremiagrumi automatico, uno strumento studiato per risolvere due grandi esigenze di oggi: il risparmio di tempo e la ricerca del naturale.

Gli spremiagrumi automatici sono nati per dare la possibilità a tutti di bere succo naturale al 100%, fresco e spremuto sul momento in pochi secondi.

Prima dell’avvento degli spremiagrumi automatici, per un barista, con i ritmi che ci sono oggi e specialmente nei bar di maggior afflusso, fare una spremuta era diventato quasi un incubo, soprattutto se ci si trovava in una situazione, come per esempio alle colazioni, con il bar pieno di persone e con la richiesta di più spremute contemporaneamente.
In tal caso, la professionalità di un bar veniva messa a dura prova, infatti, o si cercava di ripiegare con un succo imbottigliato, che di certo non poteva soddisfare il cliente perchè per l’appunto lo aveva chiesto naturale, o lo si preparava prima mettendolo in una caraffa, ma anche in questo caso non si risolveva il problema perchè il succo naturale dopo venti minuti si ossida, si inacidisce, perdendo le sue proprietà organolettiche, oppure, nel peggiore dei casi, si rinunciava direttamente a fare le spremute, negando così un servizio importantissimo ai clienti.

Oggi, con la tendenza e la ricerca sempre maggiore di un’alimentazione sana e naturale, un bar non può più permettersi di non dare un servizio di succo naturale espresso. Questa possibilità è garantita solo da uno spremiagrumi automatico.
preparazione di una spremuta in un barVoler dare tale servizio con uno semplice spremiagrumi manuale, che non è sicuramente il massimo dell’igiene, anche da vedersi, vuol dire non essere al passo con i tempi. Sarebbe un pò come voler fare oggi in un bar il caffè con la caffettiera. Più nessuno chiederebbe caffè. Il caffè nei bar si beve perchè è espresso, ed è espresso perchè viene fatto con una macchina automatica.

Lo stesso vale per il succo naturale. Chiunque oggi vorrebbe bere succo naturale, ma quando le persone entrano in un bar per bere una spremuta, oltre ad aspettare parecchio tempo, vedono spesso e volentieri la faccia storta del cameriere ed è chiaro che si scoraggino e pur preferendo un succo naturale, ne chiedono uno imbottigliato o addirittura optano per un’altra bibita.

Tutto ciò avviene perchè con lo spremiagrumi manuale il succo naturale non è espresso.

Quindi, come per il melograno, si è passati da una macchina manuale ad una macchina automatica, cioè lo spremimelograno, e se anche per il succo naturale si passa da uno spremiagrumi manuale ad uno spremiagrumi automatico, la quantità di succo naturale richiesta e venduta nei bar non può che aumentare. Infatti con uno spremiagrumi automatico fare una spremuta non è più un problema, nè per chi la chiede (cliente) nè per chi la prepara (barista). Per chi la chiede perchè non ha più paura di aspettare, anzi, con lo spremiagrumi messo in vista e pieno di arance è stimolato a chiederla, per chi la prepara perchè non deve più perdere tempo in quanto deve solamente premere un pulsante e può addirittura proporla.

Detto tutto ciò, in estrema sintesi, possiamo affermare quanto segue in tre punti:

  1. Le persone, soprattutto oggi, preferiscono bere succo naturale.
  2. Il succo naturale per essere richiesto e venduto deve essere preparato e servito in modo espresso.
  3. L’ unico modo per ottenere succo espresso, igienico e di qualità è lo spremiagrumi automatico.

una spremuta di agrumi

Una volta chiariti e dimostrati questi punti, viene anche naturale chiedersi se oltre ai bar ci sono altre categorie che possono aver bisogno degli spremiagrumi automatici. Ovvero, dove è consigliato avere uno spremiagrumi automatico?

A questa domanda possiamo facilmente rispondere che gli spremiagrumi automatici sono consigliati in tutti quei posti dove si somministrano bevande: bar, caffetterie, pasticcerie, gelaterie, autogrill, stazioni di servizio, hotel, centri sportivi, centri benessere, alberghi, bed and breakfast… Addirittura sono stati creati dei chioschi a forma d’arancia per incentivare la vendita di succo naturale.

Esistono, inoltre, degli spremiagrumi automatici vending, ovvero, distributori automatici a gettone con incorporati degli spremiagrumi automatici, in grado di offrire una spremuta fresca e preparata sul momento.
Questi ultimi sono ideali per palestre, scuole, ospedali, università, alberghi, piscine, residence, centri commerciali, stazioni di servizio, mense, uffici pubblici, aziende…

Agli spremiagrumi automatici, con i quali si possono spremere solo agrumi, è consigliabile abbinare delle centrifughe automatiche che consentono di spremere qualsiasi tipo di frutta e verdura, completando così la possibilità di somministrare succhi naturali di ogni genere e divertirsi a fare numerosissimi tipi di cocktail.